martedì , 30 Novembre 2021

5 borghi della Campania da non perdere

Da Atrani a Zungoli, la Campania offre esperienze preziose e variegate, in grado di soddisfare ogni tipo di visitatore con paesaggi emozionanti ed esperienze uniche. In questa classifica, alcuni tra i migliori borghi della regione.

È ben nota a viaggiatori incalliti e non solo, la variegata offerta turistica della Campania. Tra siti d’interesse naturale a preziosi luoghi storici in grado di trasportare direttamente nel passato, la regione permette ai suoi visitatori di immergersi totalmente in un’esperienza suggestiva e totale. La Campania è in grado di mettere d’accordo tutti, dagli appassionati di architettura e archeologia, ai cultori del Rinascimento, fino ad arrivare a chi, in vacanza, desidera il relax più assoluto. La regione offre scorci meravigliosi e, ai più avventurieri, riserva panorami mozzafiato e affascinanti passeggiate in panorami straordinari. La Campania ospita i più bei borghi in Italia e, in quest’articolo, ve ne presentiamo alcuni tra i migliori, da non perdere per nessun motivo.

Sant’Agata de Goti, il gioiello incastonato tra le rocce

Tra i migliori borghi della Campania spicca sicuramente Sant’Agata de Goti, sito in provincia di Benevento, alle falde occidentali del Monte Taburno. Il borgo di Sant’Agata si erge su una piccola terrazza in tufo, dando l’impressione di essere sospeso tra le rocce. La cittadina ha fatto da sfondo a commedie del grande schermo di successo e non solo, in grado di mettere in risalto tutta la bellezza del posto. Sant’Agata de Goti non è famosa soltanto per la sua bellezza. Visitare il borgo, infatti, significa anche godere delle sue innumerevoli specialità culinarie. Sant’Agata è un punto nevralgico della tradizione vinicola campana. In loco è possibile, infatti, gustare eccezionali falanghine e aglianici. Il borgo, in pieno stile medievale, è facilmente raggiungibile in treno e ospita diversi agriturismi in cui poter riposare e assaggiare le prelibatezze del luogo.

Castellabate, patrimonio dell’umanità 

Gemma straordinaria del territorio campano, il borgo di Castellabate. Non si tratta soltanto di uno dei borghi più belli d’Italia. Castellabate, infatti, è anche patrimonio dell’Unesco, vista la sua bellezza disarmante e, soprattutto, il fascino unico che trasuda dalle sue caratteristiche stradine. Castellabate offre ai suoi visitatori una vista meravigliosa, presentandosi come commistione perfetta tra mare e montagna. Nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, il borgo di Castellabate presenta numerosi highlight: il castello, la Basilica di Santa Maria de Giulia, il famoso porto di Santa Maria e Villa Principe di Belmonte sono tra i luoghi da non perdere per nulla al mondo se si visita Castellabate.

Zungoli, perla del folklore 

Immerso in un immenso scenario rurale, Zungoli si trova in provincia di Avellino. Il borgo, dominato dal maestoso Castello Normanno, è tra i più suggestivi in Campania. Dal punto di vista naturalistico, infatti, è possibile immergersi in un contesto di straordinaria bellezza. Anche definito “borgo delle grotte”, Zungoli offre ai propri visitatori di scendere nelle cavità che lo circondano dove, tra le altre cose, viene prodotto il famosissimo caciocavallo podolico. Zungoli è ben collegata su rotaia e presenta un’inestimabile patrimonio storico che affonda le radici in millenni di storia.

Conca dei Marini, splendore in costiera 

Quando si visita la costiera amalfitana si coglie il rischio di rimanere abbagliati dai luoghi più popolari, perdendo di vista i piccoli borghi che nascondono, in realtà, esperienze turistiche stupefacenti. Tra i migliori borghi da non perdere in Campania, c’è sicuramente Conca dei Marini. Vicinissimo ad Amalfi, il borgo si caratterizza per i tantissimi scalini che permettono di raggiungere le spiagge e il centro del borgo. Tra i siti da visitare più belli a Conca dei Marini, segnaliamo la Grotta dello Smeraldo e la Chiesa di Sant’Antonio. Conca dei Marini stupisce i suoi visitatori coi suoi paesaggi unici che si tuffano nel mare cristallino.

Atrani, la gemma amalfitana

Allo spegnersi del giorno, le luci del borgo di Atrani illuminano il buio della notte, squarciando la monotonia con eleganza e leggiadria. Il borgo assume le sembianze di un piccolo presepe vivente, offrendo scorci suggestivi in cui, a farla da padrone, è un paesaggio emozionante, completamente immerso nel mare della Costiera Amalfitana. Atrani è il comune più piccolo del meridione italiano e riprende le caratteristiche del tipico borgo marinaro medievale. Stradine tortuose si intrecciano in un tripudio storico affascinante, incastonandosi tra mare e scogliera, alle pendici dei monti Civita e Aureo. Vicoli, archi, piazzette e cortili segreti sembrano vere e proprie opere d’arte dipinte da pennelli sapienti. Atrani è un luogo magico dove è possibile assistere a rievocazioni storiche e visitare luoghi centenari come la chiesa di Santa Maria Maddalena.