venerdì , 3 Dicembre 2021

A Capodimonte tre giorni di festa per piccoli e grandi dedicati a Gianni Rodari

Al via le prenotazioni per Gianni Rodari. Tre giorni di festa per piccoli e grandi che si tiene da venerdì 24 a domenica 26 settembre 2021 negli spazi verdi del Real Bosco di Capodimonte a Napoli, nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio.

Il programma di eventi, promosso dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, diretto da Sylvain Bellenger, e a cura di Pino Boero, docente di letteratura per l’infanzia e vicepresidente del Parco della Fantasia di Omegna, paese natale di Rodari, Vanessa Roghi e Gaia Stock, profonde conoscitrici di Rodari e attive nell’editoria per ragazzi, è organizzato da Electa in collaborazione con Einaudi Ragazzi.

In tre giorni – solo su prenotazione e fino a esaurimento posti – l’universo fantastico di Gianni Rodari viene messo in scena, musicato, raccontato, disegnato… restituendo con rinnovata fantasia la lezione del famoso scrittore e pedagogista italiano. Autori, artisti, educatori incontrano il pubblico di piccoli e di grandi con laboratori di disegno e di scrittura, presentazioni di libri, attività di animazione e spettacoli di burattini, stornelli e filastrocche di cantastorie.

Gianni Rodari è nato a Omegna nel 1920. Dopo aver conseguito il diploma magistrale, per alcuni anni ha fatto l’insegnante. Al termine della Seconda guerra mondiale ha intrapreso la carriera giornalistica, che lo ha portato a collaborare con numerosi periodici, tra cui «l’Unità», il «Pioniere», «Paese Sera». A partire dagli anni Cinquanta ha iniziato a pubblicare anche le sue opere per l’infanzia, che hanno ottenuto fin da subito un enorme successo di pubblico e di critica. I suoi libri hanno meritato diversi riconoscimenti, fra cui, nel 1970, il prestigioso premio “Hans Christian Andersen”, considerato il Nobel della letteratura per l’infanzia. Negli anni Sessanta e Settanta ha partecipato a conferenze e incontri nelle scuole con insegnanti, bibliotecari, genitori, alunni. E proprio dagli appunti raccolti in una serie di questi incontri ha visto la luce, nel 1973, Grammatica della fantasia, che è diventata fin da subito un punto di riferimento per quanti si occupano di educazione alla lettura e di letteratura per l’infanzia. Gianni Rodari è morto a Roma nel 1980. Noto e amato anche all’estero, è stato tradotto in 46 lingue. Tra le sue opere più significative: Le avventure di Cipollino, Gelsomino nel paese dei bugiardi, Filastrocche in cielo e in terra, Favole al telefono, Il libro degli errori, C’era due volte il barone Lamberto. Tra le più recenti pubblicazioni dedicate a Gianni Rodari si ricorda Rodari. A-Z nella collana Enciclopedia di Electa. Da questo settembre in libreria per Einaudi Ragazzi un’antologia di storie e filastrocche sul tema della scuola riccamente illustrata da Noemi Vola: Grande come il mondo – La scuola di Gianni Rodari.

Dove

Sui prati antistanti il Cellaio, nel Real Bosco di Capodimonte. Ingresso da Porta Piccola.

Le ampie praterie, gli alberi monumentali del giardino storico e la ricca e variegata vegetazione del Real Bosco di Capodimonte aiuteranno l’immaginazione a vagare nei mondi fantastici creati da Rodari. Qui fin dal Settecento erano conservati botti di vino, fascine, legna, ghiande ma anche grano, miglio, fagioli, fave, prodotti che assicuravano l’alimentazione alla selvaggina del Bosco o che erano messi in vendita. È questo uno dei 17 edifici storici del Real Bosco di Capodimonte, che nasce come riserva di caccia di Carlo di Borbone (1716-1788) e si estende a ridosso della reggia per circa 134 ettari con oltre 400 diverse specie vegetali impiantate nel corso di due secoli. Tra i viali, disegnati dall’architetto Ferdinando Sanfelice, si dispongono gli edifici storici tra residenze, casini, laboratori, depositi e chiese, oltre a fontane e statue, orti e frutteti. Nel giardino cino-inglese si possono ammirare le piante esotiche giunte a Napoli: il canforo secolare, le camelie, il Taxodium e molte altre.

In caso di pioggia i laboratori si svolgono all’interno del Museo con ingresso dalla biglietteria: in Sala Burri gli spettacoli teatrali e le presentazioni, in Sala Mele i laboratori

Modalità di partecipazione

La partecipazione agli eventi è gratuita fino a esaurimento posti per i bambini e i ragazzi; gli adulti e gli accompagnatori saranno tenuti al pagamento di un biglietto d’ingresso di 2 € che consentirà anche la visita alle collezioni del Museo.

Per facilitare lo svolgimento delle attività e garantire il corretto distanziamento interpersonale, ogni bambino potrà essere accompagnato da massimo due adulti.

Tipologie di biglietto e prenotazione

– gratuito: per i bambini e i ragazzi che parteciperanno alle attività e ai laboratori;
– ridotto 2 €: per gli adulti.

Modalità d’ingresso

Per l’ingresso agli eventi di Gianni Rodari. Tre giorni di festa per piccoli e grandi va esibito il green pass, digitale o cartaceo, con un valido documento di identità. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica. In mancanza del Green Pass e di un documento valido non sarà possibile accedere agli eventi e i biglietti acquistati non saranno rimborsati.

Per info e Prenotazioni contattare la segreteria del CRAL – Tel. +39 081 195 62 185 –  Cell.+39 375 666 03 31 e-mail: info@cral-luigivanvitelli.it